Home restaurant, il nuovo modo di andare a cena fuori

Ve lo dico in confidenza: il massimo che so fare in cucina è avviare gli elettrodomestici, quando si ha la sfortuna di essere figlie di una first lady ai fornelli capita che si cresca senza imparare a fare un tubo. Dai, un uovo in camicia si.  Se voi invece siete stati folgorati da quest’arte che è la cucina   e disponete anche di una casa spaziosa perché non aprire il vostro home-restaurant?
L’home-restaurant (significa letteralmente ristorante a casa), è il servizio di ristorazione che prevede che il padrone di casa cucini per degli ospiti a pagamento, come in un normale ristorante, solo che qui andrete direttamente a casa di qualcuno a mangiare. Questa tendenza è nata negli Stati Uniti nel 2006 (e chissà dove altrimenti), per poi spostarsi in Inghilterra e in molti altri paesi. Da poco tempo ha preso piede anche qui in Italia, non con molte difficoltà, al momento esiste un disegno di legge non ancora discusso né approvato che prevede la regolamentazione di questo servizio, e questo la dice lunga sulla posizione ostile di molti ristoratori che ricorda un po’ l’astio tra hotel e b&b.
L’idea di mangiare a casa di qualcuno non fa altro che avvalorare l’esperienza del vostro viaggio, o di qualsiasi altra serata che decidiate di dedicare al cibo, e permette di mangiare pasti legati alla tradizione, quelli che si tramandano di generazione in generazione, e molto spesso con materie prime di altissimo livello spendendo meno che in un normale ristorante.

La mia esperienza. Sono andata a mangiare a casa di Carlotta, a Milano, dalle parti di Porta Ticinese. L’Home Restaurant di Carlotta è molto particolare, l’arredamento è ricercatissimo con oggetti provenienti da ogni angolo di mondo. Appena entrata si percepisce immediatamente che se ne intende di musica, la selezione mi ha subito colpito, si spazia dal jazz alla chill out. Veniamo al menù:
Menù da Carlotta, € 30 a persona:
Acqua e Chardonnay siciliano
-Stuzzichini di benvenuto
-Gazpacho con menta, cumino e basilico
-Polpo marinato alla plancia con schiacciata di patate, olive taggiasche e riduzione di acqua di polipo
-Spago integrale al doppio pomodoro con caprino e scorza di limone
-caffè e piccola pasticceria
-amaro della casa
Io da Carlotta ci tornerò sicuramente perché vederla cucinare in casa sua ricette buonissime impiattate in modo magistrale su delle bellissime mattonelle di porcellana spagnola mi ha fatto pensare che un giorno anche io scoperchierò il vaso di pandora e diventerò la first lady dei fornelli, proprio come mia madre.

Contatta Carlotta carlotta.vigo@hotmail.com

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.