I gatti salveranno il mondo

Sono sicura che se Dostoevskij fosse nato un secolo più tardi non avrebbe scritto la sua sin troppo famosa frase “la bellezza salverà il mondo” ma avrebbe optato per un più semplice concetto come  “i gatti salveranno il mondo”.


Forse non tutti sapete che sono stati i gatti a salvare la città di Leningrado, l’attuale San Pietroburgo, dall’attacco di migliaia di ratti durante la guerra.
Nel 1943 la situazione a Leningrado era disastrosa, gli approvigionamenti di cibo erano stati bombardati e la popolazione improvvisamente si ritrovò a morire di fame. Inizialmente cani e gatti furono i primi a sparire dalla circolazione ma la popolazione non si limitò a questo, si mangiava di tutto: dalla colla, ai cadaveri, alle cinture.
I morti aumentavano e si sa che quando tutto va a rotoli i primi ad arrivare sono i ratti, è legge di natura. Migliaia di ratti infervorati rischiavano di scatenare una pandemia e mietere ancora più vittime di una guerra.
L’unica soluzione era una mobilitazione felina. E così fu.
Migliaia di gatti vennero deportati da Yuroslav a Leningrado caricati su vagoni merce. Nel ’43 si arrivò a pagare un gattino 500 rubli (un salario medio era di 120 rubli). I gatti tuttavia non vinsero subito la loro battaglia contro i topi e alla fine della guerra ne vennero deportati altri 5000, stavolta dalla Siberia, più familiari alle temperature di Leningrado.
Oggi i mici combattenti sono commemorati con due statue a Malaya Sadovaya Street, una strada pedonale che incontra la Prospettiva Nevski. Si chiamano Elisha e Vasilisa, sono di bronzo e posizionati in alto ai lati della strada sembrano ancora vigilare sulla città. Molti turisti si fermano a lanciare delle monetine sperando che si fermino sulla nicchia di ferro dove sono collocati i gattini. Il tutto come auspicio di buona fortuna.


San Pietruburgo, Malaya Sadovaya Street​

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.